ARCHIVI - BANCHE DATI

 

 

Nell’attività di polizia con la creazione, prima, e la consultazione, poi, degli archivi e delle banche dati, spesso si risolvono casi apparentemente irrisolvibili. La moderna tecnologia, grazie alla diffusa informatizzazione, offre oggi possibilità di raccogliere le informazioni di interesse in tempi ridottissimi.

 

Il collegamento stabile di alcune banche dati, che spaziano praticamente in tutti i settori di possibile interesse per l’attività di polizia, consentono in tempo reale di avere un quadro preciso di ciò che si sta ricercando o comunque, di delineare nelle linee generali una determinata attività d’istituto.

 

S.D.I.

Il Sistema Di Indagine nasce da un ambizioso disegno di progettare un sistema interforze che permetta di avere a disposizione un'unica Banca Dati, dove i vari tipi di informazioni vengono alimentate in un unico formato da tutte le forze di polizia.

 

Possono accedere allo SDI tutte le forze di Polizia Italiane. Questo sistema va a sostituire il vecchio "Ced" la banca dati che forniva il supporto informatico per l'attività operativa delle Forze di Polizia ed assicurava la classificazione, l'analisi e la valutazione delle informazioni e dei dati significativi sia per la tutela dell'ordine e della sicurezza pubblica, che per la prevenzione e la repressione dei reati.  Nel 2001 con l'entrata in vigore di questo nuovo sistema è più facile la consultazione della Banca dati interforze tramite terminale da parte di tutti gli organi operativi ed investigativi. Il sistema consente di esplorare anche banche dati esterne collegate e permette di accedere ad una massa considerevole d'informazioni, tanto che l'utente, assistito da strumenti di ricerca particolarmente sofisticati, può svolgere sia ricerche specifiche su singoli fatti, sia ricerche integrate.

 

 

S.M.V

La banca dati dell'Interpol dei veicoli rubati (Stolen Motor Vehicle) è uno strumento fondamentale nella lotta contro il furto del veicolo e del traffico internazionale.
Permette alla polizia dei paesi membri di eseguire un controllo di un veicolo sospetto e scoprire immediatamente se è stato segnalato come rubato. Un database internazionale di questo tipo è fondamentale in quanto i veicoli sono spesso esportati attraverso i confini nazionali, a volte finendo a migliaia di chilometri di distanza dal luogo in cui sono stati rubati.

Dal 2015 la banca dati è consultabile direttamente anche dalle forze di polizia italiane attraverso lo S.D.I. alla funzione "INTERROGA INTERPOL", una grande possibilità se si considera che a dicembre 2014 S.M.V. conteneva 6,8 milioni di segnalazioni relative a veicoli a motore rubati e che attualmente 128 paesi condividono i loro record del database dei veicoli rubati nazionali con Interpol.

 

Solo nel 2014 sono state effettuate più di 117 milioni di ricerche, che hanno portato all'individuazione di 132.000 i veicoli a motore rubati.
 

 

S.I.S.

Per far fronte alle incombenze previste dall'accordo Schengen si è previsto il collegamento telematico con l'Unita' S.I.R.E.N.E. (Supplementary Information Request at the National Entries), sistema informatico istituito presso il Ministero dell'Interno, che e' parte integrante del S.I.S. (Sistema Informativo Schengen) con sede in Strasburgo.

 

Il  Sistema di Informazione Schengen - S.I.S. si compone di una unità centrale tecnica di supporto con sede a Strasburgo denominata C.SIS (Central System Information Schengen) e da una sezione nazionale, detta N.SIS (National System Information Schengen),  presso ciascuno  degli Stati aderenti.

 

Grazie ad una articolata procedura automatizzata tale sistema consente  di rendere disponibili le informazioni, relative  a  tassative  categorie di dati previste dalla  Convenzione, quelle di cui agli articoli da 95 a 100, in particolare per quanto riguarda la materia che stiamo trattando: autoveicoli rubati, documenti in bianco ed intestati rubati o smarriti.

Per quanto ci riguarda l’accesso al S.I.S. avviene attraverso lo S.D.I.

 

 

T.E.C.S.

Il sistema informativo Europol (T.E.C.S) contiene dati riguardanti persone sospettate di aver commesso un reato o di avervi partecipato, o che sono state condannate o si può presumere, in seguito a determinati fatti gravi, che commettano reati di competenza di EUROPOL.

 

Le richieste di accertamento da inoltrare attraverso Europol dovranno pervenire all’Unità Nazionale solo tramite lo S.C.O., così come previsto dalla normativa vigente.

 

 

EUCARIS

Eucaris ( European Car and Driving Licence Information System ) è un sistema che interconnette le banche dati di diversi paesi relative ai veicoli immatricolati e alle patenti di guida e quelle dei veicoli e documenti da ricercare, in modo da consentire la verifica sulla corrispondenza dei dati effettivi al momento della nazionalizzazione dei veicoli e la loro lecita provenienza.

 

Attualmente i paesi aderenti al trattato EUCARIS che scambiano informazioni in ordine al veicolo ed alla patente di guida sono: Belgio, Cipro, Estonia, Germania, Ungheria, Islanda, Italia, Lettonia, Lituania, Lussemburgo, Romania, Slovacchia, Svezia, Paesi Bassi e Regno Unito (compresi: Gibilterra, Isola di Man, Guernsey, Jersey e Irlanda del Nord)

Altri Paesi hanno già aderito/accedono al trattato o hanno espresso il loro interesse per il collegamento: Norvegia, Finlandia, Francia, Slovenia, Repubblica Ceca, Polonia, Bulgaria, Slovacchia e Svizzera.

 

 

CASE COSTRUTTRICI

Attualmente la Polizia Stradale italiana è direttamente collegata alla banca dati dei veicoli della: FIAT - B.M.W. - IVECO.

L'accesso è concesso alle Squadre compartimentali di Polizia Giudiziaria della Polizia Stradale attraverso Password, consultabile su pagine Web. (Circolare Ministeriale n.300/A/3/31539/123/2/27/3/11 del 02 dicembre 2002).

 

 

SITI INTERNET

Alcuni Stati consento, attraverso siti internet, di verificare se un veicolo è oggetto di furto o se effettivamente risulta inserito in una banca dati.

Le notizie relative ai veicoli inserite in questi siti hanno valore puramente informativo per tanto, in caso di indagini, vanno esperiti accertamenti ufficiali attraverso gli uffici competenti.

I Link ai vari siti si possono trovare alle pagine start dei relativi Stati.

 

 

 

Strutture  Investigative

Furto

Flussi

Statistica

 

 

Articoli correlati

 

 

 Approfondimento

 

 

Le banche dati

 

 

I.D.I.S.

 

 

 I nostri corsi

 

 

Contribuisci ad arricchire questa sezione - trasmetti ogni utile informazione o immagine sull'argomento Segnala questa pagina ad un amico, diffondi la cultura del controllo documentale

 

 Produced by W.V.D. - © All rigts reserved Raffaele CHIANCA

Home