CODICI DI CONTROLLO

 

 

Un efficace controllo documentale, anche da parte di soggetti non particolarmente esperti, può essere effettuato sfruttando la verifica di alcuni codici alfanumerici presenti in numerosi documenti.

 

Questi codici possono essere verificati con particolari algoritmi che consentono di controllare la corrispondenza, e quindi la veridicità, del numero di controllo.

 

Di solito si tratta di codici che vengono assegnati alla nascita, in alcuni casi al compimento dei 18 anni, in altri a tutti coloro, alche stranieri, che risiedono sul territorio dello stato, sono utilizzati ai fini identificativi, fiscali, assistenza sanitaria o per altri scopi.

 

In particolare si tratta dei cosiddetti numeri di:

ü identificazione nazionale (national identification number)

ü d’identità nazionale (national identity number),

ü assicurazione nazionale (national insurance number)

 

Si è già detto come questi codici sono stati creati per diversi scopi, ma nel corso del tempo sono diventati di fatto dei veri e propri codici identificativi, questo soprattutto perché possono essere verificati con particolari algoritmi che consentono di controllare la corrispondenza del numero di controllo, posizionato come ultima cifra della composizione.

 

Ovviamente ogni stato ha le sue regole, così come il calcolo della cifra di controllo cambia a secondo dello schema e algoritmo utilizzato.

 

In alcuni casi questi codici numerici o alfanumerici, vengono riportati sui documenti identificativi ma anche di guida, tanto che la loro verifica incide direttamente sulla verifica dello stesso documento.

 

Alcuni esempi:

 

YUGO Dal 1980 circa, tutti i documenti emessi dai paesi della ex Jugoslavia riportano un numero anagrafico personale.

Il controllo del numero personale, detto anche codice YUGO, è valido per tutti  i documenti emessi dai paesi della EX Jugoslavia. Si tratta di numero composto da 13 (tredici) cifre che è reperibile sui passaporti, patenti, carte d’identità. Esempio " 2110970767913 "

 

C.N.P. – ROMANIA Il numero di controllo nei documenti rumeni (CNP) è composto da 13 cifre, l'ultima è un numero di controllo. Il controllo del numero personale, detto anche codice C.N.P., è valido per tutti  i documenti emessi in ROMANIA. Si tratta di numero composto da 13 (tredici) cifre che è reperibile sui passaporti, patenti, carte d’identità. Esempio 2760706163291

 

I.D.N.P. – MOLDAVIA Alcuni documenti emessi dalla Moldavia riportano un numero anagrafico personale. Il IDNP (numărul de identificare de stat al persoanei fizice) è un numero composto da 13 (tredici) cifre che è reperibile sulle, patenti di guida, carte d’identità. Il controllo del numero personale, è valido per tutti i documenti emessi in MOLDAVIA. Esempio 0970808196307

 

PESEL – POLONIA In Polonia ad ogni persona residente viene attribuito un codice numerico personale detto ( PESEL ) di undici cifre, che deve essere trascritto, parimenti, nella patente di guida, nella carta d’identità e nel passaporto. Il controllo del numero personale, è valido per tutti i documenti emessi in POLONIA. Esempio 75111403309

 

D.N.I. e N.I.E. – SPAGNA Le carte di identità spagnole, sia quelle nazionali che quelle per stranieri, riportano sotto la foto del titolare un numero composto da sette/otto cifre e una lettera. Questo numero può essere verificato attraverso una formula matematica. Il controllo può essere fatto sia sul numero della carta di identità nazionale (DNI) che sul numero di identità dello straniero (NIE). Esempio 99999999 - R

 

I.C.A.O.

Un altro dei codici tra i più utilizzati, per il quale è possibile effettuare il controllo, è il cosiddetto codice “ I.C.A.O “ (International Civil Aviation Organization - organizzazione internazionale aeronautica civile), l’organismo dell'ONU che si occupa del trasporto aereo civile.

 

Lo stesso ente ha sviluppato un codice alfanumerico internazionale con delle regole precise che viene adottato in alcuni documenti al fine di facilitarne il controllo e verificarne l’originalità.

Lo standard è definito MRTD Machine Readable Travel Documents (Documenti di Viaggio Leggibili da Macchina). Questi MRTD rendono molto facile la lettura e scansione di tali documenti da parte di sistemi automatizzati.

 

 

Nel codice sono previsti dei numeri di controllo che sono calcolati sulla base del campo precedente.

In particolare è possibile verificare i seguenti dati: numero del documento, data di nascita, data di scadenza, numero personale, seconda stringa.

 

 

 

Controllo documentale

Antifalsificazione

Strumenti di controllo

Banche dati

 

 

Le guide

 

 

Pitagora

 

 

I nostri corsi

 

Contribuisci ad arricchire questa sezione - trasmetti ogni utile informazione o immagine sull'argomento Segnala questa pagina ad un amico, diffondi la cultura del controllo documentale

 

 Produced by W.V.D. - © All rigts reserved Raffaele CHIANCA - Ultimo aggiornamento 01.01.2013

Home