CONTROLLO DOCUMENTALE

 

 

Di solito gli operatori di polizia, giornalmente, credono di effettuare diversi controlli documentali che vanno dal controllo di una patente di guida per fini contravvenzionali ad un’identificazione personale documentale per fini penali o di Polizia Giudiziaria.

 

In effetti, nella stragrande maggioranza dei casi di fatto sono svolte semplici operazioni che si limitano a verificare o ad asseverare dati rilevati sui documenti esibiti acquisendoli ed utilizzandoli per atti amministrativi o di Polizia giudiziaria, in sostanza si da per scontato che quel documento è originale e che quei i dati in esso contenuti sono veritieri.

 

Così facendo, si opera in modo scorretto rischiando di vanificare tutto il lavoro svolto perché se quel documento è falso e i dati non veritieri ogni atto prodotto perde qualsiasi valore e di conseguenza i procedimenti amministrativi o penali saranno archiviati.

 

Pur con le notevoli difficoltà solitamente dovute ad un’inadeguatezza della strumentazione posseduta e soprattutto all’enorme mole, natura, e modelli di documenti che ci capita di controllare, non potendo colmare del tutto queste lacune dobbiamo necessariamente utilizzare il nostro istinto, l’intuito e l’esperienza, fattori essenziali per questa particolare attività operativa.

 

Il primo approccio con il documento che stiamo controllando è quello tattile e visivo, questo è il momento più importante, se partiamo dal presupposto che la stragrande maggioranza dei falsi è realizzato per eludere questo primo controllo si capirà quanto sarà importante svolgere, in questa fase, alcune operazioni con attenzione. Attualmente sono utilizzati dei falsi che anche se di buona fattura rilevano elementi di falsità evidenti e a volte banali che non possono sfuggire ad un attento controllo di polizia.

 

Non è possibile effettuare un controllo documentale serio senza seguire alcune regole essenziali che solo se attuate permettono all’operatore di verificare correttamente il documento controllato, queste regole possono essere così sintetizzate:-

 

Conoscenza della normativa Internazionale e Nazionale di riferimento
Conoscenza delle tecniche di stampa e compilazione dei documenti originali
Conoscenza delle principali tecniche d’alterazioni o contraffazioni documentali
Conoscenza del concetto di falso documentale
Conoscenza delle misure di sicurezza antifalsificazione
Attuazione di una CHECK – LIST di controllo

 

Com’è facile rilevare si tratta di concetti generici che prescindono dalla conoscenza diretta del documento che stiamo controllando e che permettono di scoprire eventuali elementi di falsità sufficienti a consentire un sequestro cautelativo e/o probatorio, premessa ad un’analisi approfondita da parte degli uffici competenti che in seguito determineranno con certezza la genuinità o falsità del documento.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Antifalsificazione

Strumenti di controllo

Controllo codici

Banche dati

 

 

La guida operativa

 

 

Le guide

 

 

I repertori

 

 

I nostri corsi

 

Contribuisci ad arricchire questa sezione - trasmetti ogni utile informazione o immagine sull'argomento Segnala questa pagina ad un amico, diffondi la cultura del controllo documentale

 

 Produced by W.V.D. - © All rigts reserved Raffaele CHIANCA - Ultimo aggiornamento 01.01.2012

Home