LA FORMAZIONE

 IL FURTO E RICICLAGGIO DEI VEICOLI

 

Il furto di veicoli ormai da anni ha assunto proporzioni preoccupanti diventando un problema globale. Bande Criminali rubano veicoli in tutto il mondo, estremamente ridotti i rischi ed enormi i guadagni; persino le Nazioni Unite, già da qualche anno, hanno segnalato la necessità di adottare contromisure urgenti, ma allo stato anche quest’appello sembra rimasto praticamente inascoltato.

 

Nel mondo, il furto e riciclaggio di veicoli si sta trasformando rapidamente in un affare colossale per il crimine organizzato, ma, di fatto, sono poche le iniziative serie ed efficaci per contrastare il fenomeno.

 

L’affare è gestito da organizzazioni criminali complesse e ben strutturate con contatti in diversi paesi del mondo dove questi criminali si occupano di studiare il mercato, contattare i committenti, coordinare le diverse attività illecite. Sicuramente coinvolte le grosse organizzazioni mafiose che certamente non permetterebbero affari tanto lucrosi nei territori da loro controllati senza il loro benestare e tornaconto, c’è poi il problema dei soldi sporchi da riutilizzare, per non parlare del fatto che sembra probabile che alcune partite di auto rubate vengano pagate con droga ed armi.

 

In Italia il fenomeno è molto diffuso, rimaniamo i principali fornitori del mercato clandestino dell’est Europa, del nord Africa e Albania. I veicoli rubati dopo il furto sono smontati e venuti a pezzi oppure taroccati e reimmessi sul mercato italiano o estero, ci sono poi le simulazioni al fine di truffare le compagnie di assicurazione che vengono stimate intorno al 10 – 20 %, il tutto frutta alle organizzazioni criminali 5/6 miliardi di euro.

 

Le attività formative si sviluppano in percorsi di didattica (lezione in aula), in cui sarà rivolto un particolare rilievo sia alla fase di aggiornamento professionale, che all’analisi di casi specifici funzionali ad individuare le strategie e le linee guida in grado di favorire l’acquisizione e l’utilizzo di nozioni e strumenti operativi.

 

I percorsi proposti con il Progetto sono riconducibili a tre principali aree di intervento:

 

FORMAZIONE DI I° LIVELLO

I partecipanti al Corso sulla Prevenzione, repressione, investigazioni sul fenomeno del furto e riciclaggio dei veicoli saranno in grado di conoscere i dati identificativi dei veicoli e dell'iter di immatricolazione, così come le tecniche di investigazione e camuffamento dei veicoli di provenienza illecita.

 

FORMAZIONE DI II° LIVELLO

Destinata a coloro che hanno già frequentato il corso di I° livello, al fine di approfondire l’intera materia, anche rispetto alle esperienze maturate a seguito del primo percorso formativo;

 

FORMAZIONE TECNICA

I partecipanti al corso saranno capaci di identificare un veicolo camuffato, con dati di identificazione (telaio e targhetta) contraffatti o alterati, utilizzando le varie indagini sul veicolo e la tecnica della rigenerazione delle matricole alterate.

 

 

VEDI LE NOSTRE CONFERENZE

Tutti i moduli formativi possono essere integrati con conferenza monotematica specifica ed eventualmente personalizzata, della durata da una a quattro ore.

 

 

 

Corso Documenti

Il laboratorio

  Calendario 2016
  Calendario 2015

Calendario 2014

Calendario 2013

I nostri testi

 

Per saperne di più

 

 

Curriculum docente

Programma I° Livello

Programma II° Livello

Richiesta informazioni
 

 

Il prontuario

 

 

Le nostre guide

 

 

Il laboratorio

 

 

I nostri corsi

 

 

Contribuisci ad arricchire questa sezione - trasmetti ogni utile informazione o immagine sull'argomento Segnala questa pagina ad un amico, diffondi la cultura del controllo dei veicoli

 

 Produced by W.V.D. - © All rigts reserved Raffaele CHIANCA

Home