LA FORMAZIONE

 IL CONTROLLO DOCUMENTALE RIVOLTO AI PRIVATI

 

Il falso documentale e le frodi creditizie, assieme alle vulnerabilità dell’intero sistema, stanno modificando il modo di operare di intere organizzazioni criminali, che ritengono semplice e redditizio operare in questo campo.
 

Le frodi creditizie mediante furto di identità – con il successivo utilizzo illecito dei dati personali e finanziari altrui – continuano a crescere e ad avere un peso rilevante sull’industria del credito, in particolare sul credito al consumo.


Ad essere duramente colpiti da questo fenomeno criminale sono: gli istituti di credito, le finanziarie, le compagnie telefoniche, i rental cars, le rivendite di veicoli, e tutti coloro che vendono al piccolo consumo attraverso un finanziamento.

 

Quotidianamente vengono stipulati contratti per l’erogazione di finanziamenti per l’acquisto di beni e servizi, contratti che impongono al circuito delle aziende interessate di identificare, attraverso i documenti esibiti, la persona che accede al credito.

 

Gli addetti alle operazioni di stipula, quando e se lo fanno, ritengono, o si illudono, che durante le operazioni cui sono preposti effettuano anche un controllo sui documenti esibiti. Niente di più sbagliato!

La realtà dei fatti è quella che nella stragrande maggioranza dei casi vengono svolte semplici operazioni in cui gli impiegati preposti si limitano a verificare o ad asseverare dati rilevati sui documenti esibiti. In sostanza si da’ per scontato che ciò che viene esibito corrisponde a qualcosa di autentico e che i dati in esso contenuti sono veritieri, senza di fatto eseguire alcuna operazione di controllo.

Solo successivamente all’erogazione del finanziamento, quando ormai è tardi, si verrà a sapere che il contratto non è andato a buon fine e che l'azienda è stata truffata da un soggetto che ha semplicemente utilizzato un documento di identificazione falso, dissimulando le sue esatte generalità.

Per non incorrere in tali frangenti, che oltre comportare un significativo danno economico possono creare un danno d’immagine per l’azienda, è necessario disporre di personale istruito attraverso una mirata formazione nell’ambito del controllo documentale.

Si tratta di una formazione specificamente studiata ed indirizzata agli addetti alla vendita, ai sales manager ed a tutti coloro che si occupano di antifrode nell’ambito dei servizi bancari e dei fornitori di servizi finanziari, ma anche per gli autonoleggi, le compagnie di assicurazione, ed i gestori della telefonia.

Nostro compito non è quello di creare "nuovi poliziotti" ma quello di sensibilizzare ed istruire gli addetti ai lavori secondo standards personalizzati e personalizzabili, rispetto alle esigenze dell’azienda, con particolare riferimento ai falsi documenti d'identità e di guida, in un percorso che prevede una sintesi del fenomeno dei crimini di identità e la tipizzazione dei principali schemi di furto e di frode, con un approccio "operativo" contenente sia una procedura di analisi documentale sia l’illustrazione delle principali caratteristiche e degli elementi di sicurezza dei documenti di identità.

Le attività formative si sviluppano in percorsi di didattica (lezione in aula), in cui è rivolto un particolare rilievo sia alla fase di aggiornamento professionale, che all’analisi di casi specifici, funzionali ad individuare le strategie e le linee guida in grado di favorire l’acquisizione e l’utilizzo di nozioni e di strumenti operativi.

 

 

PORTFOLIO

Assofin
Balance Consulting & Technology
H3G Italy
Litav Srl Formazione Marittima Superiore
Ournext
PHERSEI Investigazioni
Reiss Romoli
Secom S.r.l.
Sixt rent a car
Telecom Italia S.p.A.
Unicredit
Xperta

 

 

 

Curriculum docente

Richiesta informazioni

 

 

La guida operativa

 

 

Le nostre guide

 

 

Contribuisci ad arricchire questa sezione - trasmetti ogni utile informazione o immagine sull'argomento Segnala questa pagina ad un amico, diffondi la cultura del controllo documentale

 

 Produced by W.V.D. - © All rigts reserved Raffaele CHIANCA

Home