UCRAINA

 

In data 21.06.2006 firma l'accordo europeo sulla circolazione delle persone fra i Paesi membri del Consiglio d'Europa aperto a Parigi in data 13.12.1957.

L'accordo tende a facilitare gli spostamenti dei cittadini dei Paesi Parte, che possono entrare ed uscire dal territorio degli altri Paesi Parte presentando uno dei documenti indicati nell’allegato all’Accordo. Inoltre, le Parti si impegnano a riammettere sul proprio territorio i titolari di uno di tali documenti anche nel caso in cui la nazionalità della persona interessata sia oggetto di contestazione.

Tali facilità sono accordate solo per soggiorni inferiori o uguali a tre mesi.

L'Accordo non deroga alle disposizione delle leggi nazionali, delle convenzioni, degli accordi bilaterali o multilaterali, che sono o entreranno in vigore e che prevedono misure più favorevoli in favore dei cittadini di una o più Parti.

Documenti compresi nell'accordo:

  • Passaporto di viaggio di cittadino ucraino per il viaggio all’estero;

  • passaporto diplomatico;

  • passaporto di servizio;

  • documento di viaggio per bambini;

  • carta d’identità di marinaio (se sussiste un’iscrizione sulla lista di bordo o su un estratto della stessa);

  • certificato di personale navigante (se sussiste un’iscrizione sulla lista di volo);

  • documento di viaggio di ritorno in Ucraina (soltanto per il ritorno in Ucraina).

ATTENZIONE Attualmente in Ucraina esistono tre regioni che hanno dichiarato unilateralmente la loro indipendenza, tali entità non sono riconosciute dall’Italia quindi eventuali documenti emessi dai governi di questi territori sono privi di valore, le regioni in questione sono:

 

Repubblica autonoma di Crimea 
La Crimea, assieme alla città autonoma di Sebastopoli, ha dichiarato unilateralmente l'indipendenza l'11 marzo 2014 ed è stata annessa alla Russia, anche se il governo ucraino non riconosce nessun atto del parlamento della Crimea, che è stato sciolto dalle autorità ucraine il 16 marzo e dal 20 marzo viene considerato dall'Ucraina "territorio temporaneamente occupato dalla Federazione Russa".

 

Repubblica popolare di Doneck
Il 7 aprile 2014 anche parte dell'Oblast' di Donec'k ha dichiarato unilateralmente l'indipendenza dall'Ucraina in seguito a un referendum e pochi giorni dopo l'autonominato presidente della Repubblica Popolare di Doneck ha dichiarato la annessione alla Russia.

 

Repubblica popolare di Lugansk
Stato a riconoscimento limitato proclamato il 28 aprile 2014, il cui territorio si trova all'interno dell'Oblast' di Lugansk. Le autorità separatiste hanno dichiarato, in modo unilaterale, l'indipendenza dall'Ucraina il 12 maggio 2014, a seguito di un referendum popolare.

 

 

 

Produced by W.V.D. - © All rigts reserved Raffaele CHIANCA